IFIXIT: questo l’ho fatto io.

20150701_repair_cafe

Negati per il bricolage (io lo sono, devo ammetterlo)? tuttavia il piacere di ridare nuova vita ad un oggetto con le proprie mani è senz’altro tanto ed appagante. Allora ci viene in aiuto IFIXIT un sito completissimo anche in italiano dove si possono trovare manuali d’uso per tantissimi apparecchi (dai tablet alle autovetture) nonchè un forum con i consigli di “chi ci è già passato”. Pensateci un attimo prima di buttare qualcosa FIX It?

O almeno provateci! per tutti riferimenti: https://it.ifixit.com/. Un altro interessante fenomeno legato alle riparazione sono i cosiddetti “repair cafè”. In realtà in zona non ne conosco nessuno in zona ma non escludo ve ne siamo; se qualcuno li conosce lo segnali come comment dell’articolo che lo pubblichiamo subito.

ma vediamo cosa dice la rete:”

Sapete cosa sono in Repair Café? Provo a raccontarvelo brevemente. Tutto ebbe inizio in Olanda da un’intuizione di una ex giornalista diventata mamma. Dopo la nascita del suo secondo figlio, si è resa conto di quante cose andassero buttate, nonostante potessero ancora essere utili a qualcuno. Nacque così due anni e mezzo fa la Repair Cafe Foundation, finanziata dal governo olandese con 400.000 euro che sono serviti per fare pubblicità e acquistare un autobus con cui andare in giro a riparare oggetti rotti. Attualmente i Repair Café sono diventati trenta in totale, dislocati in tutta l’Olanda.

I Repair Café sono tutti dotati di vere e proprie postazioni di lavoro, di un’officina munita di attrezzi come saldatrici, cacciaviti, compressori, chiavi inglesi, macchine da cucire e strumenti di precisione e di una libreria specializzata con volumi e riviste scientifiche sul bricolage.

L’idea non è quella di sostituirsi ai professionisti del settore o di entrare in concorrenza con i centri di riparazione ma, al contrario, di sostenerli diffondendo il più possibile la cultura del recupero, infatti questi centri non dispongono di pezzi originali delle case costruttrici, ma aiutano solo a riparare gli oggetti. Infatti chi accede a questo servizio sono di solito abitanti del quartiere che preferiscono recuperare i loro oggetti piuttosto che buttarli via, vuoi per precarie condizioni economiche vuoi per un occhio più attento alle sorti del pianeta.

per maggiori informazioni: http://www.sostenibile.com/blog/2012/09/repair-cafe/http://comune-info.net/2013/04/cafferiparazioni/http://www.avvenire.it/Cultura/Pagine/chi-rompe-aggiusta.aspx |

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...